Press

Camerieri alla riscossa

Del 8 ottobre 2012 di Raethia Corsini.   «Cerco lavoro, sono del 1969, ho sei anni di esperienza in un villaggio turistico, porto sei piatti con una mano e ho la patente C. È questo l’ultimo curriculum che ho ricevuto. La nascita dell’associazione NoidiSala era ed è urgente!», racconta Alessandro Pipero, patron e maitre del Pipero al Rex, a Roma e precisa: «Su dieci richieste di lavoro che ricevo, quattro sono per la cucina e una – quando va bene – è ...

Leggi Articolo »

Nasce Noi Di Sala

Capita sempre più spesso di passare la serata a cena, in ristoranti dove lo chef è una star, ma l’accoglienza in sala lascia a desiderare. D’altra parte, il nostro Paese ha raggiunto la consapevolezza che la cucina italiana è prima di tutto una risorsa culturale, ma anche economica, solo in tempi recenti, quando la Tv ha cominciato a riempirsi di programmi dedicati. Solo che adesso c’è una generazione di giovani aspiranti executive chef che di cominciare la carriera in questo ...

Leggi Articolo »

Noi di Sala. Cambiare prospettiva alla professione di cameriere

Probabilmente ha ragione Ramona Anello, moglie dello chef Riccardo Di Giacinto e maître al ristorante All’Oro di Roma. Bisogna cambiare il nome al cameriere perché diventi più attraente e i giovani pensino a quel ruolo come a un lavoro appagante sin dal nome. Usiamo colf e operatore ecologico, cerchiamone un altro. Non sappiamo se all’ordine del giorno delle prossime riunioni di “Noi di Sala”, la neonata associazione che ha ricevuto il suo battesimo a Roma al Settembrini di Luca Boccoli, ...

Leggi Articolo »
Tesseramento