#insiemesivincesempre #noidisala #sanpatrignano

#insiemesivincesempre #noidisala #sanpatrignano

Lunedì 14 marzo si è tenuto l’ultimo dei quattro appuntamenti didattici che Noi di Sala ha organizzato a San Patrignano per insegnare l’Arte della Sala ai ragazzi della Comunità e agli studenti dell’Istituto Alberghiero “Savioli” di Riccione.

Quattro incontri che, nelle intenzioni della nostra Associazione e dei responsabili della Comunità, hanno avuto come obiettivo la formazione dei ragazzi sia sul piano professionale che sotto il profilo umano, fornendo loro strumenti tecnici e nozioni, ma anche opportunità e nuove prospettive, infondendo entusiasmo, fiducia in se stessi e speranza per il futuro.

 

L’esperienza a San Patrignano è volte al termine, e viene voglia di tirare le somme.

Varcando il cancello della Comunità, ci siamo subito resi conto che si tratta di un mondo difficile da comprendere, se guardato da fuori; si è tutti portati a mantenere un certo distacco da realtà come quella, un po’ per paura, un po’ per ignoranza, o anche per pudore.

Ma una volta entrati, abbiamo capito di trovarci in un luogo incredibile, che non può lasciare indifferenti.
1300 ospiti e circa 200 operatori, 250 ettari di terreno – di cui 100 coltivati a vigneto – con almeno 8 diverse attività lavorative/produttive: una grande macchina che ha lo scopo di accogliere, restituire dignità e dare una prospettiva di vita a chi, spesso giovanissimo, è inciampato o si è perso.

Alle lezioni abbiamo riscontrato una partecipazione attiva e molto sentita da parte dei ragazzi, cosa non comune per chi è abituato ad insegnare nei contesti canonici (scuole, corsi professionali). Abbiamo visto diversi ragazzi lavorare nelle strutture ristorative della Comunità (il ristorante “Vite” e la pizzeria “Spaccio”) con una serietà, una dedizione e un entusiasmo che raramente troviamo nei giovani professionisti di sala. Grande consapevolezza e motivazione.

Confrontarsi con gli adulti che lavorano a San Patrignano come operatori e responsabili (molti di loro con un passato da ospiti della struttura), sentire le storie dei ragazzi e vedere i loro occhi vivi e la loro voglia di credere nelle proprie capacità e nel proprio futuro, ci ha restituito il senso delle cose, la percezione dell’umano, e ci ha costretti a rivedere, anche solo per un frammento di tempo, le nostre priorità.

Alla luce di questa esperienza e di tutte le considerazioni fatte, Noi di Sala è orgogliosa di aver aggiunto un piccolo tassello alla formazione e alla crescita di questi ragazzi che, siamo certi, potranno diventare ottimi professionisti di sala e dare lustro non solo alle loro vite ma anche alle sale di quelle insegne che vorranno dare loro una chance.

 

Lisa Foletti

Media Manager

Noidisala

Inizio pagina
Tesseramento